Come consumare meno benzina alla guida

Come consumare meno benzina alla guida

Come consumare meno benzina alla guida potrebbe essere una soluzione per abbattere i costi della vostra auto. Un’auto costa tanti soldi, non tanto per l’investimento iniziale, quanto per il suo mantenimento e non mi riferisco unicamente all’assicurazione, ma anche ai costi del meccanico e del consumo di benzina. L’inquinamento dovuto da una guida scorretta, da auto inquinanti e costose, sono tra le prime cause di inquinamento nelle nostre città, insieme al riscaldamento delle nostre case.

Come consumare meno benzina alla guida?

Dunque, per consumare meno benzina alla guida ci sono diversi accorgimenti che tutti noi possiamo attuare. La riduzione dei consumi non è fine a se stessa. Ovviamente questi accorgimenti ci possono portare a risparmiare un po’ di soldi sul costo annuale della nostra auto.

Velocità

Il primo consiglio che vi do è quello di mantenere una velocità costante e una accelerazione non da gara Drag. Ovvero, se dovete arrivare a 50km/h, non schiacciata a fondo l’acceleratore, ma se avete le marce, potete arrivarci tranquillamente cambiando e salendo di marcia.

Con la mia auto per esempio, la “minima” in quinta è di 40/45km/h. Il tutto senza toccare minimamente l’acceleratore, ma unicamente giocando con il cambio e lasciando che l’auto acceleri gradualmente. In questo modo i giri del motore, sono sempre al minimo. Ovviamene la minima di ogni auto è differente, quindi magari con una BMW serie 1, siete già a 50km/h quando mettete la terza.

Inoltre se imparate a prevedere i semafori che più frequentate, riuscirete addirittura a superarli senza frenare ne accelerare, risparmiando quindi su benzina e sulle pasticche dei freni. Ovviamente il vostro risparmio, si traduce anche in minor inquinamento.

Quanto potete risparmiare annualmente? Mantenendo una andatura costante sui 110km/h massimi e non facendo accelerazioni eccessive, potete risparmiare fino al 35% in un anno, ovvero fino a 110€. Una buona soluzione, se possibile, sarebbe acquistare un’auto con CRUISE CONTROL, ovvero il sistema che mantiene una andatura costante.

Guida in città

In città non correte, la velocità massima è di 50km/h. Ma se andate anche a 45km/h non succede nulla. Innanzitutto con una velocità limitata è più facile fare frenate improvvise nel caso un bambino corresse in mezzo alla strada. Inoltre come detto prima, potreste guidare la vostra stessa auto migliorando i consumi fino al 40% avendo una guida tranquilla. Con un pieno di circa 35 litri, percorro oltre 550km, quindi più di 15km/litro. Ovviamente il tutto dipende da quanto l’auto sia carica, ovvero da quanti passeggeri ha a bordo. Solitamente siamo in due. Quando guido l’auto da solo, non accendo il climatizzatore e tengo il riscaldamento spento, raggiungo i 600km con un pieno. Più di 17km/l.

Come inquinare di meno 2

Se volete risparmiare ulteriormente sul carburante, vi consiglio di viaggiare tenendo i finestrini chiusi, in questo modo risulterete maggiormente aerodinamici. Allo stesso modo, altro fattore fondamentale, è il pneumatico adatto per ogni stagione. Controllate frequentemente la pressione degli stessi considerando anche le dilatazioni e contrazioni legate alle temperature. I pneumatici sgonfi, contribuiscono ad un aumento dei consumi, dovuto al fatto che il pneumatico aumenta la resistenza al rotolamento. Pneumatici invernali vanno usati solo d’inverno, quelli estivi hanno una mescola che rende l’andatura più confortevole.

Attrezzature esterne solo ove necessario

Se non dovete portare in giro i vostri sci o la vostra bicicletta, smontate le attrezzature apposite. Esse aumentano il peso della vettura e aumentano anche la resistenza aerodinamica. I pacchi è sempre meglio portarli nel bagagliaio che sopra al tettuccio anche per motivi di sicurezza.

Massa massima

Ricordate inoltre, che sul libretto di circolazione è riportata la massa massima di circolazione. Questa massa è quella che non va assolutamente superata e che la casa produttrice assicura come soglia di sicurezza. Infatti, una massa maggiore, aumenta anche lo spazio di frenata.

Auto meno inquinanti

Se dovete acquistare un’auto nuova e volete puntare su una vettura che consumi ed inquini di meno, verificate le varie opzioni.

Ci sono attualmente molte varianti, le auto a metano/GPL, le auto ibride e le auto elettriche. Ci sono anche modelli a idrogeno, ma sono tutt’ora poco diffuse.

Metano/GPL

Le differenze maggiori tra queste vetture, è la motorizzazione. Le auto a metano, sono un po’ più delicate per via degli oring di tenuta nel motore e nel serbatoio. Ci sono anche vetture a GPL, Gas Propano Liquido, che evita in parte i problemi di tenuta del serbatoio. Tuttavia entrambe queste vetture, hanno problemi con il rifornimento e con la localizzazione dei distributori, solitamente lontani dalle città.

Ibride

Le vetture ibride, sono attualmente il miglior compromesso tra consumo e inquinamento. Questo per via della facilità di rifornimento, ovvero, essendo una motorizzazione ibrida, utilizza carburanti tradizionali abbinati con un motore elettrico. Ci sono inoltre 4 livelli di vetture ibride.

  • Vetture ibride che utilizzano il motore elettrico solo in fase di avviamento, per riaccendere il motore che si spegne al semaforo.
  • Vetture ibride dove il motore elettrico riduce parzialmente il consumo del carburante principale, si tratta di un motorino di pochi cavalli che alleggerisce il lavoro del motore termico
  • Vetture ibride, dove il motore elettrico è il motore principale sotto certe velocità. Si attiva principalmente in città e si ricarica con le frenate.
  • Vetture ibride che hanno il motore elettrico come motore principale e il motore termico come ausilio nelle situazioni necessarie (salita o con grossi carichi a bordo)

Elettrico

Le vetture elettriche sono sicuramente quelle che durante il ciclo di locomozione, inquinano di meno. Non hanno emissioni dirette e il loro rifornimento è potenzialmente gratuito. Basterebbe dotare il box/condominio o villa, di pannelli solari ad accumulo. La corrente elettrica ottenuta da fonti rinnovabili, è teoricamente infinita. Il punto critico delle auto elettriche, tuttavia, resta l’inquinamento nel ciclo produttivo. I minerali necessari a produrre il motore e le batterie vengono estratti spesso in Africa. E queste estrazioni, hanno un importante impatto sulle popolazioni locali. La schiavitù minorile nelle miniere è diffusa. E il trasporto stesso di queste materie, è tutt’altro che rispettoso dell’ambiente.
Resta comunque il fatto che le auto elettriche, soffrono poco di usura meccanica.

Soluzione?

Ma c’è una soluzione soluzione come consumare meno benzina alla guida. Usare i mezzi pubblici, bicicletta e le proprie gambe! I mezzi pubblici nelle grandi città, sono efficienti. Da città a città, si notano le differenze, difetti e pregi. Ma sicuramente sono la soluzione migliore per la mobilità cittadina.

Meglio ancora, è l’utilizzo di mezzi personali, come la bicicletta o una bella passeggiata! In questo modo riuscirete a tenervi in forma gratuitamente e allo stesso tempo, aiuterete anche il pianeta terra!