Overshoot Day

Earth Overshoot Day

L’Earth Overshoot Day o EOD, o in passato detto anche, Ecological Debt Day, indica a livello illustrativo il giorno nel quale l’umanità consuma interamente le risorse prodotte dal pianeta nell’intero anno. Attualmente stiamo consumando le risorse equivalenti a 1,75 pianeti equivalenti e ogni anno, questa equivalenza va ad aumentare.

Nel 2018, abbiamo raggiunto l’EOD il primo agosto. E ogni anno, questo giorno viene anticipato. La data viene calcolata dal Global Footprint Network, una associazione no-profit, che si impegna a promuovere la sostenibilità della umanità sulla terra.

Grafico che mette in relazione l’anno con la data dell’Earth Overshoot Day.

Questa organizzazione, ha fatto dei calcoli, per misurare come l’umanità stia privando la terra delle sue risorse in maniera sempre più rapida ed ha stilato una tabella che inizia nel 1970.

Di seguito riporto alcuni grafici esplicativi di come sia cambiato nel corso degli anni, il nostro Global Footprint.

E’ preoccupante vedere come l’umanità stia sempre più velocemente depredando il pianeta. Complice di ciò è anche la disparità tra le popolazioni “ricche” e le popolazioni disagiate. Infatti, mentre le popolazioni ricche, possono permettersi mezzi di locomozione e riscaldamento meno inquinanti. Ricordiamo anche il fatto che sono proprio queste popolazioni, quelle che risentono maggiormente del cambiamento climatico. Nubifragi, alluvioni unite a lunghi periodi di secca. Che non permetter loro di coltivare i terreni e quindi di produrre cibo.

Una conseguenza che vediamo tutti i giorni, sono i flussi migratori, le tragedie del mare e i campi di concentramento libici.

Perché vorrei ricordare a chi si indigna per questi “immigrati”, che egli stesso e noi tutti, siamo la causa della loro fuga dalla loro terra.

Presto pubblicherò altri articoli in materia e condividerò con voi dei link su iniziative dal basso per fare nel nostro piccolo, qualcosa per ridurre il nostro “carbon footprint”