Elezioni europee 2019

Elezioni europee 2019

Abbiamo appena assistito alle elezioni europee 2019.
Per queste elezioni i risultati erano e sono tutt’altro che ovvi. Infatti con i partiti sovranisti/populisti che stanno sempre più prendendo piede in una unione come la nostra, ci si aspettava dei risultati devastanti.

L’Unione Europea infatti nata nel 1957, col trattato di Roma, vorrebbe essere abbandonata proprio dal nostro paese dopo la decisione del governo ultraconservatore inglese. Proprio all’alba delle elezioni europee del 2019, la prima ministra della Gran Bretagna, aveva annunciato le sue dimissioni, che saranno effettive dal prossimo 7 giugno 2019. C’era la speranza che con le sue dimissioni, altri partiti e governi sovranisti, iniziassero a perdere terreno. Tuttavia come già successo in passato, il sovranismo ha più fascino sugli elettori deboli, ovvero coloro che non hanno il coraggio di prendere atto che il mondo sta cambiando.

La mia personale paura, è che questi governi sovranisti, sognino una autonomia totale delle loro scelte rispetto alla comunità europea. Dimenticando tuttavia il passato, ovvero conflitti sanguinosi come la prima guerra mondiale e la seconda guerra mondiale che hanno raggiunto i 37 milioni di morti. Forse la pace per i governi attuali, non è un traguardo, ma unicamente un ostacolo da superare per poter aumentare il potere politico. L’osservazione ovviamente non si limita ai nostri confini europei…

L’articolo è in continuo aggiornamento, ma la mia speranza è che i governi Nord Europei, come la Germania e la Danimarca, diano esempio ai governi sovranisti/populisti del centro/sud.

Sabato 8 giugno 2019, pubblicherò un articolo che parla del fortissimo movimento dei Verdi tedeschi che ha superato i grossi partiti nazioni.

Stay tuned!