Infodemia e servizi postali

Infodemia, la malattia delle fake news

Infodemia, la malattia delle fake news. L’OMS considera l’infodemia più pericolosa dei virus in quanto la diffusione di fake news nocive per le società.

In questi giorni si sta diffondendo un virus peggiore del Coronavirus, ovvero l’infodemia, ovvero la diffusione di fake news.
L’infodemia è sostanzialmente una epidemia ben più grave dell’attuale “Coronavirus”. Infatti, con la diffusione massiccia di fake news, si diffonde a livello nazionale ed internazionale, una serie di false notizie ed informazioni che portano la popolazione a formare opinioni su basi infondate.

Coronavirus: street art fuInfodemia, la malattia delle fake newsori il mercato di piazza Vittorio a Roma

FAKE NEWS sul CORONAVIRUS e giornaletti

In questo periodo molti quotidiani stanno diffondendo notizie allarmanti sul Coronavirus.
Alcune testate diffondono notizie su ospedali tirati su in 10 giorni da parte del governo cinese.
Altri ancora sostengono che il virus sia stato creato appositamente da Bill Gates, riprendendo un suo discorso di alcuni anni fa in cui sosteneva che una sarebbe comparsa una pandemia globale.
Altre ancora, sostengono che il Coronavirus sia stato creato come arma da parte dell’esercito americano e che sia sfuggita al controllo dei laboratori.

Tutte queste notizie si basano su fonti inattendibili, sul passaparola e non seguono regole giornalistiche serie. Da notare infatti, che questi giornali, sono tendenzialmente di nicchia e hanno una tiratura limitata e la regola del giornalismo è, “non c’è miglior notizia, di una cattiva notizia”.

OMS e l’infodemia

La stessa OMS considera l’infodemia più pericolosa del virus stesso.

In questi giorni stiamo infatti assistendo a pesanti atti di razzismo in Italia verso la popolazione cinese. Notizia di questi giorni è che i governatori delle regioni del nord, che chiedono di non far tornare a scuola i ragazzi tornati dai viaggi in Asia.

Il problema del razzismo, ben conosciuto ma raramente riconosciuto in Italia, viene spesso generato dalla politica. Ho già scritto altri articoli a proposito relativi ai migranti che scappano dalle guerre e che secondo certi schieramenti politici, vengono in Italia a rubare il lavoro e a “violentare le nostre donne”. Dimenticandoci che i 5 femminicidi in due giorni, perpetrati da uomini italiani.

L’OMS sta cercando di combattere con le stesse armi di chi diffonde fake news che stanno alla base dell’infodemia, pubblicando sul loro profilo Twitter delle immagini su alcune fake news.

Altre voci sostengono che mangiando aglio ci si protegga naturalmente contro questo virus, ma sembra che si stia tornando al tempo delle streghe e delle teste d’aglio usate per proteggersi.